1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

I MUDRA. Sono gesti molto antichi che sprigionano,ristabiliscono l'energia e l'equilibrio interiore e fisico, riconducendo l'essere umano all'integrazine, al sentirsi uniti nel corpo in tutti i suoi vari strati e a tutto cio' che lo circonda,al sopra e sotto, cielo-terra. Sono particolari posizioni con le mani e con il corpo che si ispirano a criteri e rituali buddisti e induisti. La medicina aiurvedica li reputa stimolanti ed energizanti ,il buddismo attribuisce ai mudra una funzione magica. I mudra influenzano lo stato d'animo nei momenti di sconforto, di inquietudine. Danno sollievo al corpo fisico nei momenti di disturbi, riequilibrando e ridistribuendo l'energia vitale. La potenza dei mudra eseguiti si riflette anche sull'ambiente circostante ridonando pace,gioia e armonia.

Ogni dito della mano presenta in tutte le sue parti delle caratteristiche importanti ai fini dei mudra. Queste caratteristiche vengono attivate a secondo delle posizioni delle dita e delle mani combinate tra loro formando quella leggera pressione attua a sviluppare la giusta energia che serve alla finalita' del gesto stesso. Andiamo ad elencare queste caratteristiche fondamentali:il dito pollice rappresenta la soggettivita'. La sua falangetta attivala manifestazione della volonta'. La falange l'infinita espressione della volonta' preconscia.Il monte del dito la forza vitale. Il dito indice rappresenta la comunicazione. La sua falangetta l'auto coscienza. La falangina, l'auto-Realizzazione. La falange, autoaffermazione e autodeterminazione. Il monte del dito l'autocoscienza.Il dito medio rappresenta l'oggettivita'.

La sua falangetta la virtu' e il senso della verita'. La falangina, il senso della realta'e l'amore per l'ordine. La falange, la determinazione e stabilita'. Il monte del dito, necessita' e disciplina.

Il dito anulare rappresenta l'istintivita'.

La sua falangetta, doti di dedizione e senso sociale. La falangina, espressione corporea. La falange, la sensualita'. Il monte del dito, la fantasia empatica.Il dito mignolo rappresenta la forza spirituale.La sua falangetta, la sensibilita' spirituale. La falangina, il patrimonio della riflessivita'.La falange, la tensione verso il ( successo) inteso come buon esito dello scopo. Il monte del dito, la capacita' d'osservazione.

1) MUDRA PER RINNOVARE L'ENERGIA E LA FORZA VITALE

Sfregare le mani prima di eseguire il gesto, in questo modo potrete saggiare la forza dei chakra. Voltate il palmo della mano destra verso il corpo e quello della mano sinistra verso l'esterno. Aprite bene le dita e premete l'una contro l'altra le punte dei medi. Potrete percepire il flusso energetico del vostro corpo che scorre attraverso le dita congiunte. Il gesto eseguito oltre a rinfrescare e rinnovare le energie, allevia lo stato d'animo e fa emergere la forza dal profondo.

2) MUDRA DELLA SAGGEZZA

Questo mudra favorisce il contatto con l'energia divina portandola dentro di noi. Nella saggezza c'e' la conoscenza antica e presente, che ci aiuta e ci sostiene guidandoci alla chiarezza di scelte e comportamenti per ogni attimo della nostra esistenza.

Posizioni delle mani: portare le mani sopra la testa, accavallare gli anulari sui mignoli, i pollici si uniscono tra loro e appoggiano sui polpastrelli, medi e indici si appoggiano gli uni agli altri.

Effetto:stimola e libera l'energia del meridiano del cuore, fegato e polmoni. Quando il cuore e'

libero da tormenti, il fegato da rabbia e i polmoni respirano la gioia, e' piu' semplice stabilire il contatto con l'energia della fonte.

3) MUDRA DEL SILENZIO

Questo mudra richiama l'immagine di un'antenna.

Per poter captare qualche segnale bisogna svuotare la mente, liberare il canale di recezione. L'antenna favorisce lo scambio; libera la mente dai pensieri e capta i segnali o messaggi dell'universo, nello spazio del silenzio creato dallo scambio.

Posizione delle mani: portare le mani sulla testa unire gli indici tra loro,le altre dita si incrociano e i palmi si appoggiano l'uno all'altro con una leggera pressione.

4) MUDRA DELLA QUIETE INTERIORE

Questo e' il gesto che rasserena il cuore e lo spirito.

Le mani posizionate davanti al petto fanno sentire un immediato senso di pace nel profondo.

Cio' che di inquieto emerge dal profondo puo' essere espulso con sereno abbandono, fidandosi della possibilita' di riuscita.

Posizione delle mani: portare le mani davanti al petto con le dita rivolte verso l'alto, congiungere tra loro mignoli, pollici e indici, avvicinare indici e medi unendo le corrispettive punte.

5) MUDRA DELLA CONOSCENZA INTERIORE

Questo gesto fa luce sulla propria anima, potete osare a rispecchiarvi senza timore in un angolo di essa, perche' la luce che recate vi protegge dallo sprofondare negli abbissi dell'anima.

Questo mudra favorisce la capacita' di intuire le sensazioni ed i pensieri del proprio interlocutore. Rende capaci di un'imparziale analisi di se'e agisce a livello sottile stimolando le forze chackrali. Esso consente di far vibrare a un livello un po' piu' elevato i singoli chiackra introducendo a un consapevole lavoro su di essi.Posizione delle mani: portare le mani davanti al petto, il pollice della destra si appoggia all'indice mentre le altre dita sono chiuse a pugno. La sinistra copre il dorso della destra con indice, medio, anulare e mignolo, mentre il pollice si appoggia all'estremita'delle punte di indice e corrispettivo pollice della mano desta.

6) MUDRA DELLA VIA DEL CUORE

Manifesta l'essenza della persona provocando un abbandono contenuto delle tensioni e resistenze. Si instaura una tranquillita' che non si raggiunge con la concentrazione, vivendo uno stato di pienezza e presenza indefinita anzicche' di svagatezza. Mette in contatto empatico con i cuori di altre persone carpendone le emozioni. La forza di questo gesto stimola in modo delicato l'energia della kundalini, quell'energia spirituale che si manifesta nel fisico e grazie alla quale si uniscono i due principi derivanti dall'onnipotenza atemporale; la volontà creativa e la forza creativa.Posizione delle mani: i palmi sono aperti davanti al corpo all'altezza del petto. Manifestano l'essenza della persona.I mignoli vengono intrecciati tra loro in segno di raccoglimento. I pollici formano, insieme agli indici e i medi un anello cercando di esprimere la forza creativa che pervade il nostro cuore, cogliendo l'intuizione che si rivela.

7) MUDRA DEL SERVIZIO

Indica reverenza e umilta'difronte alla volontà Divina, nulla è tanto facile come onorare il sommo rinchiuso nel cuore di ogni essere.

Questa posizione sviluppa la capacità di accettare e farsi guidare dal divino in ogni attimo della vita trascendendo dai turbamenti eroici.Posizione: accovacciarsi su se stessi, portare le braccia dietro la schiena e afferrare con la mano destra il polso sinistro, aprire la mano il più possibile alzando le braccia. La mano sinistra attira energia suprema, la mano destra la distribuisce in tutto il corpo attraverso i meridiani che scorrono nel polso.Sollevare il viso, in segno di attenzione verso il sommo.

8) MUDRA DEL SOMMO NEL CORPO

Ogni saggio ha un corpo come abitacolo. I mistici di tutti i tempi hanno sempre coltivato il movimento e le posizioni del corpo per sviluppare e mantenere la conoscenza antica e presente. Quando si purificano le emozioni trattenute nel corpo attraverso il movimento, un gesto, si prova libertà e calma. In questa condizione si da accesso ad un energia più elevata.

Posizione: la mano destra appoggia sul terzo chiakra (punto di entrata e di uscita delle emozioni:situato alla bocca dello stomaco). I chiakra presenti sul palmo della mano possono pian piano riequilibrare lo stato energetico di questo punto. La mano sinistra sollevata all'altezza della spalla attira energia divina distribuendola in tutto il corpo.

9) MUDRA DELLA COMUNICAZIONE APERTA E CHIARA

Per avere una buona comunicazione è necessario che ciò che vogliamo dire sia chiaro dentro di noi prima di esprimerlo agli altri. In questo gesto gengono stimolati in modo particolare i monti delle dita.I monti delle dita sono quelle eminenze non muscolose del palmo della mano poste direttamente alla base delle dita. Tramite questi monti si possono trasmettere alla psiche direttive e inoltre si può far emergere contenuti emotivi dell'inconscio. Ciò che è nascosto possiamo renderlo visibile in modo da poter codificare dentro di noi in maniera chiara ciò che vogliamo esprimere. Inoltre ogni dito ha una sua caratteristica. Il dito indice è legato al quinto chiakra (il chiakra della comunicazione e cambiamenti) ed interagendo con l'energia collegata alle altre dita rinforza la capacità di esporre in modo diretto, chiaro e se occorre convincente senza risultare vanitosi o insistenti.

Posizione delle mani: la mano destra è aperta davanti a noi in modo orizzontale all'altezza della gola, mignolo e medio vengono spintiti indietro in modo che l'indice sinistro si infili tra loro. Con il resto delle dita formare un pugno.

10) MUDRA DEL RACCOGLIMENTO

Questo è il gesto che raccoglie e porta dentro di noi l'esperienza fatta, ascendendo il nostro cuore.Il gesto del raccoglimento stabilizza, amplia e potenzia tutti gli altri gesti fatti finora portandoli in fondo al nosto cuore, il quale ascende alle altezze celestiali quale la stella notturna. La sua luce brilla e scintilla dai fondali di tutti i cuori che lo desiderano. Poiché questa è l'immagine del nostro essere divino.

Posizione delle mani: mano destra davanti al petto in posizione diagonale con le dita chiuse, le dita della mano sinistra vengono sovrapposte alle dita della destra unendo all'interno le punte dei due pollici. Ogni posizione va mantenuta per dodici respiri (per i più pazienti ventuno).

I respiri vengono fatti solo con il naso, la lingua viene appoggiata al palato. In questo modo si aumenta lo stato di rilassamento di tutto il corpo.